La Cucinacucina.html
Val Pennavairevalle.html
Dove siamodovesiamo.html
Contatti
HomeHome.html

Il Rifugio è punto tappa per

Alta Via dei

Monti Liguri

Via Alpina

Benvenuti in Val Pennavaire, siamo a due passi dal mare in una valle amena e selvaggia, la roccia calcarea si alterna alla macchia mediterranea e ancora si possono vedere i ripidi terrazzamenti un tempo coltivati sino ai 1380 metri del Colle di Caprauna.

Dai reperti risalenti al Paleolitico rinvenuti in alcune grotte (localmente dette “arme”) la valle è considerata dagli studiosi una delle prime abitate dai Liguri, nome delle popolazioni di cacciatori che si spinsero a sud a seguito dell’ultima glaciazione.

D’estate, disciolte le nevi e ritornata ai verdi smaglianti delle faggete e delle pinete e dei suoi vasti pascoli, la valle diventa irresistibile. Il pieno rigoglio della natura, le grotte carsiche, le falesie che fanno da cornice, la spaziosità dei paesaggi e la miracolosa conservazione degli ambienti senza tempo, rendono questi luoghi speciali, capaci davvero di farsi affezionare.

Pochi minuti di passeggiata  dividono il rifugio dall’Alta Via dei Monti Liguri, il sentiero che collega La Spezia con Ventimiglia dove si raggiunge la cima del Monte della Guardia e attraverso Colla Bassa la cima del Monte Armetta mt. 1739 da dove si può godere un panorama su tutta la catena delle Alpi Marittime ed ecco laggiù la città di Ormea con il suo borgo vecchio a forma di cuore. Proseguendo si giunge al colle San Bartolomeo da dove si può salire sul monte Dubasso  mt. 1538 o proseguire per l’Alta Via verso il Colle del Prione e arrivare alla maestosa montagna; il monte Galero mt.1708.

Ammiriamo i giganti di pietra del Galero, vistose strutture rocciose che si innalzano sui ripidi pendii, il suo nome pare derivi dalla presenza di numerose colonie di galli forcelli che ancora oggi se si è particolarmente fortunati si possono vedere.

Se seguiamo altri sentieri ci ritroviamo sulle Antiche Vie del Sale, antiche strade cioè mulattiere che salivano dal mare per raggiungere la pianura Padana e il nord Europa, numerose le cappelle con porticato su queste vie e a 15 minuti dal rifugio troviamo la cappella di Madonna Guarneri con la mulattiera che sale dal paese di Caprauna e che prosegue verso Ormea attraverso il Colle San Bartolomeo.

Che dire dei numerosi sentieri nel bosco, del sentiero che porta all’arma un tempo usata dai pastori come ricovero per gli animali, o del sentiero che sale sin sotto alle falesie di roccia che fanno da cornice al rifugio.

Passeggiate per tutti con tempi e livelli di difficoltà diversi, armatevi di scarponcini e di voglia  noi del rifugio vi aspettiamo con un buon bicchiere e un grande sorriso.

Itinerari

nei pressi

del Rifugio

facebook

Twitter

Scuola Natura

Trekking

Nordic Walking

Arrampicata

Mountain Bike

Appuntamenti

Tariffe

news.html
http://www.rifugiopiandellarma.it/images/depliant.pdf
nw.html
rock.html
mtb.html
tariffe.html
Home.html
cucina.html
valle.html
dovesiamo.html
contatti.html